Derby Torino-Juventus: don Ramello (juventino), “possa essere una serata di incontro e amicizia”

Ormai tutto pronto per la partita più importante per Torino e Juventus, questa sera alle 20,45 si gioca la stracittadina calcistica che mette di fronte le due principali società del capoluogo piemontese, valida per l’undicesima giornata del Campionato di calcio di serie A 2019/2020. Il tifoso bianconero don Luca Ramello, direttore dell’Ufficio giovani dell’arcidiocesi di Torino, saluta gli juventini scherzando sul suo abito da sacerdote, testimonianza di come lui sia il “più tifoso di tutti i tifosi”. “Vorrei dire a tutti fino alla fine”, afferma don Ramello ricordando che questo è un incitamento a giocare con passione, determinazione ed entusiasmo, ma anche che il calcio è uno sport fatto per divertirsi, augurando quindi una serata di divertimento a tutti. “Fino alla fine è anche scritto nel Vangelo, Giovanni capitolo 13, versetto 1. ‘Gesù li amò fino alla fine’. Allora mi permetto di dire che questo derby sia anche l’occasione, se non di amore, almeno di amicizia. Dirò di più, di incontro!”, le parole del sacerdote tifoso juventino che ricorda come proprio suo padre fosse un “fedelissimo granata”, ma questo non impediva loro di guardare assieme il derby, scontrandosi, discutendo ma comunque volendosi bene, divisi dalla squadra ma uniti dall’incontro”. “Che questo derby possa essere una serata di incontro e amicizia”, l’augurio di don Luca Ramello che conclude: “Forza Juve… fino alla fine!”

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy