Cisgiordania: decisione Usa su insediamenti israeliani. Egeland (Nrc), “non si può cambiare il diritto internazionale in base a capricci politici”

“Un errore”: così Jan Egeland, segretario generale del Consiglio norvegese per i rifugiati (Norwegian Refugee Council, Nrc), commenta la decisione dell’amministrazione Usa di non considerare più illegali gli insediamenti israeliani nei Territori palestinesi occupati. “Non si può cambiare il diritto internazionale in base a capricci politici – sottolinea Egeland -: non è sbagliato solo per la legge, ma anche per l’impatto che tale decisione avrà sui palestinesi. Gli insediamenti illegali continuano a portare all’abbandono, al trasferimento forzato e all’impoverimento dei palestinesi. Vediamo l’impatto quotidiano di tutto ciò nel nostro lavoro al Consiglio norvegese per i rifugiati: famiglie costrette a lasciare le loro case, sottoposte a violenza, le loro scuole distrutte”. Ora “è venuto il momento – conclude Egeland – per le altre nazioni, l’Onu e il Cicr (Comitato internazionale della Croce Rossa) di farsi avanti e sfidare gli Stati Uniti per difendere la giustizia e promuovere la pace”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy