Giornata mondiale poveri: Fond. antiusura S. Nicola e Santi Medici di Bari, un pranzo per 200 indigenti all’Oasi Santa Maria a Cassano delle Murge

La Fondazione antiusura San Nicola e Santi Medici di Bari, in collaborazione con il comune di Cassano delle Murge e la Caritas di Bari-Bitonto, ha organizzato, ieri, presso l’Oasi Santa Maria in Cassano delle Murge, un pranzo per duecento indigenti, in occasione della Giornata mondiale dei poveri, indetta da Papa Francesco. Mons. Alberto D’Urso, presidente della Fondazione antiusura e direttore dell’Oasi Santa Maria, ha partecipato al pranzo organizzato per i poveri accorsi dal tutto il territorio. “Giovani, anziani, disoccupati sono stati accolti in un clima di gioia e fraternità dai numerosi volontari che hanno servito e condiviso il pranzo con gli ospiti – si legge in una nota -. Hanno pregato tutti insieme per i poveri del mondo, una preghiera è stata rivolta anche alle persone finite nel tunnel dell’azzardo e dell’usura per cui hanno perso, insieme al denaro, alle abitazioni, al lavoro, anche la dignità e la vita. Una giornata all’insegna dell’amore e della condivisione degli ultimi, dei più deboli, degli ‘scarti’ che crea la società moderna e della globalizzazione. Esseri umani che diventano invisibili agli occhi della società e delle istituzioni”.
“È stata una giornata intensa e piena di emozioni –ha dichiarato mons. Alberto D’Urso – e per questo abbiamo benedetto e pregato Papa Francesco per aver indetto questa giornata tre anni fa, che induce e invoglia tutti gli uomini del mondo e di ogni grado sociale, istituzionale e politico a riflettere sulla povertà e sulle sue cause. Abbiamo dato un pasto, uno sguardo, una carezza a 200 persone indigenti. Ma abbiamo ricevuto anche tanto da loro. La gioia del dare è un’esperienza che rende le persone più forti, più vive. Più umane”. Al pranzo ha partecipato anche il sindaco di Cassano delle Murge, Maria Pia Di Medio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy