Chiese orientali: card. Sandri in Grecia, “annuncio e carità carta di identità della comunità cattolica”

“Annuncio e carità siano la carta di identità del vostro essere comunità cattolica”: lo ha detto il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, nella messa celebrata ieri presso la cattedrale del Vicariato Apostolico di Salonicco, ultima tappa della sua visita in Grecia, cominciata l’11 novembre. Un monito rivolto a tutta la Chiesa cattolica in Grecia: “In questi giorni – ha affermato il prefetto – mi sono reso conto di come l’operosità della carità verso tante persone sofferenti sia una modalità concreta con la quale ciascuno di noi desidera la vita eterna, amando però nel concreto del tempo presente il fratello nel bisogno che bussa alle nostre porte e nel quale riconosciamo la presenza stessa di Cristo, povero, umile, ammalato, carcerato”. Un monito in linea con la celebrazione della Giornata mondiale dei poveri, e in comunione con Papa Francesco. Il Vicariato di Salonicco, grazie anche alla presenza della San Vincenzo de’ Paoli, è impegnato da anni ad aiutare la popolazione colpita dalla crisi economica e le migliaia di migranti giunti nel Paese. “Annuncio e carità siano dunque la carta di identità del vostro essere comunità cattolica in questo Vicariato Apostolico”, ha ribadito il card. Sandri che poi ha concluso: “Siamo consapevoli delle difficoltà di essere Chiesa cattolica in Grecia, dall’essere piccolo gregge, di non avere sufficienti risorse, di sentirci inermi di fronte alle sfide poste al nostro cammino ed esistenza: ma abbiamo il Vangelo di Gesù, niente e nessuno può strapparci dal Suo abbraccio e dalla mano del Padre”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo