Giornata mondiale poveri: Rossini (Acli), “fare un tagliando al reddito di cittadinanza”

“La Giornata mondiale dei poveri chiama tutti ad assumersi le proprie responsabilità”. Lo dichiara Roberto Rossini, presidente nazionale delle Acli e portavoce nazionale dell’Alleanza contro la povertà, alla vigilia della Giornata mondiale dei poveri. “In Italia, ad esempio, occorrerebbe fare un tagliando al reddito di cittadinanza, che va riequilibrato in favore dei minori e degli stranieri, almeno ripristinando la situazione esistente al tempo del Rei”. A suoi avviso, sarebbero poi necessari degli “investimenti di medio e lungo periodo” per “un vero piano contro la povertà assoluta, che punti su formazione e inclusione, rafforzando tutti i soggetti coinvolti nella presa in carico dei cittadini in povertà”. Infine, sottolinea Rossini, c’è la necessità di rivedere “il nostro sistema di sostegno alla famiglia: le politiche familiari, come al solito, sono al palo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori