Giornata mondiale poveri: mons. Parmeggiani (Tivoli e Palestrina), “aggiungiamo un posto a tavola per i poveri”

È un invito a realizzare un “gemellaggio permanente” tra famiglie delle diocesi di Tivoli e di Palestrina e poveri che vivono sul territorio quello del progetto “Aggiungi un posto a tavola”, promosso dalle due Chiese locali, e dalle Caritas diocesane in occasione della terza Giornata mondiale dei poveri. “Si tratta non tanto di organizzare un pranzo per i poveri in parrocchia – spiega mons. Mauro Parmeggiani, vescovo di Tivoli e di Palestrina, nel messaggio inviato alla comunità cristiana – ma soprattutto di chiedere alle famiglie di invitare una o più persone povere, possibilmente senza clamore ma secondo la logica evangelica del ‘non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra’ e facendo il possibile per non farle sentire umiliate, alla propria mensa, in casa propria”. Mentre la Caritas è a disposizione delle famiglie che accolgono, i parroci sono chiamati a individuare persone in situazione di disagio che potranno essere ospitati dai parrocchiani, “benvenuti tra loro come immagini autentiche di Gesù che viene a visitare le nostre famiglie” scrive ancora il presule. L’invito di mons. Parmeggiani, sulla scia del Messaggio del Papa per la Giornata mondiale dei poveri, è che l’iniziativa non rimanga sporadica ma “possa continuare con la stessa periodicità con la quale si frequentano degli amici”, aprendo un dialogo fraterno in cui i poveri “sapranno dare tanto anche a noi che li accoglieremo” conclude. E una rappresentanza di queste persone sarà presente domani alla messa con il papa in Vaticano, accompagnate dagli operatori Caritas delle due diocesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy