Scuole cattoliche: card. Bassetti, “grazie all’ispirazione evangelica offrono un valore aggiunto al percorso educativo”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“La finalità di una scuola cattolica non è solo quella di assicurare un generico servizio scolastico, ma quella di offrire un valore aggiunto al percorso educativo dei suoi allievi mediante l’ispirazione evangelica che deve permeare tutte le attività scolastiche”. Lo ha detto il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, intervenendo oggi pomeriggio, a Roma, al seminario “Autonomia, parità e libertà di scelta educativa in Italia e in Europa”, organizzato dall’Unione superiori maggiori d’Italia (Usmi) e dalla Conferenza italiana dei superiori maggiori (Cism). “Un’ispirazione che non contraddice la laicità della scuola italiana – ha aggiunto il porporato -: quest’ultima, infatti, non si identifica con un indifferentismo religioso, bensì si esprime anche con un’apertura alla dimensione religiosa, riconoscendo come il cristianesimo abbia contribuito a dare forma ai valori e alla cultura del nostro Paese e dell’Europa”. Nelle parole del cardinale un messaggio diretto: “La Chiesa ha un patrimonio di valori educativi che non può disperdersi solo per ragioni economiche”. “Vorrebbe dire che abbiamo costruito la nostra casa sulla sabbia e non sulla roccia di una solida convinzione missionaria”. Il card. Bassetti ha poi ricordato che “le Congregazioni religiose hanno carismi educativi da preservare e valorizzare anche quando si trovano in difficoltà per la crisi delle proprie vocazioni”. “L’importante è che non venga mai meno questo impegno di educazione e di missione che si concretizza nel servizio a quelle famiglie che vedono nell’offerta educativa delle scuole cattoliche una proposta efficace e in sintonia con i loro principi e con le loro esigenze. È questo servizio che non deve mai venire meno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo