Cile: profanata un’altra chiesa a Valdivia, nel sud del Paese

“Ci rammarichiamo profondamente per la distruzione subita dal tempio di San Francisco a Valdivia”. Lo scrive in una nota padre Nelson R. Huaiquimil, vicario generale della diocesi (che si trova nella regione di Los Ríos, nel sud del Paese). Nella nota si informa che i cinque religiosi dehoniani che sono a servizio della struttura e della comunità stanno tutti bene, pur con uno stato d’animo di impotenza e dolore “Ci dispiace che il tempio sia stato attaccato e sia stato profanato il Santissimo Sacramento, con distruzione di immagini sacre, di arredi e danni generali a questo spazi, che appartiene a tutti i valdiviani”. Prosegue la nota: “Ringraziamo le persone che hanno contribuito a custodire e pulire il tempio e le persone di buona volontà che hanno rifiutato ogni tipo di violenza, nella consapevolezza, tra l’altro, che nelle strutture parrocchiali è operante una di mensa di solidarietà”.
Il vicario generale scrive di essere unito, con la diocesi, “alla ricerca legittima di giustizia e pace che così tanti concittadini stanno chiedendo in tutto il Cile, nella nostra regione e città, con belle manifestazioni che dovrebbero riempirci di speranza”. E al tempo stesso prega per le persone uccise e rimaste ferite negli scontri di questi giorni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo