Fondazione Ratzinger: mons. Chica Arellano (Oss. Santa Sede), “la leadership non è abilità oratoria né ostentazione della cultura ma testimonianza di vita”

“Il leader etico è una persona in grado di infondere speranza anche laddove regna la disperazione, in grado di portare l’amore anche laddove prevale l’indifferenza. La leadership non è questione di abilità nell’arte oratoria, né di ostentazione della cultura, ma di testimonianza”. Così si è espresso a Roma, mons. Fernando Chica Arellano, osservatore permanete della Santa Sede presso la Fao, l’Ifad e il Pam, nel trarre le conclusioni del seminario di studio promosso dalla Missione permanente di Osservazione della Santa Sede, presso i tre organismi delle Nazioni Unite e dalla Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, sul tema “Costruire il presente e prepararsi al futuro con una leadership etica”.
“Il leader – ha proseguito mons. Chica Arellano – non può che essere uno che agisce e non solo che parla. E nell’odierno mondo globalizzato, l’azione diventa cooperazione, nella consapevolezza che il futuro di uno dipende dagli altri. La leadership richiede, dunque, la cooperazione, la necessità di agire insieme agli altri, nella sinergia d’intenti, in unità”.
“Oggi – ha infine affermato – abbiamo un estremo bisogno di leader eticamente fondati, umili, prudenti, sensibili alle sofferenze altrui e coerenti. Abbiamo bisogno di politici capaci di entrare in un autentico dialogo orientato a sanare le radici profonde dei mali del nostro mondo, affinché la politica riassuma il suo più nobile carattere vocazionale di carità sociale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy