Usa: mons. Pierre (nunzio) ai vescovi, “serve chiedersi come esercitiamo la comunione con il Papa”

(da Baltimora) Standing ovation per il discorso di indirizzo che il nunzio degli Stati Uniti, mons. Christophe Pierre, rivolge ai vescovi americani riuniti per l’assemblea d’autunno a Baltimora. Il nunzio sottolinea a più riprese la necessità della comunione con il Papa e la visita ad limina dei vescovi americani aiuterà ad implementarla e sarà una possibilità ulteriore per rivedere i piani di azione soprattutto nell’ambito dell’evangelizzazione. “Serve chiedersi come esercitiamo la comunione con il Papa”, domanda mons. Pierre che ben conosce le criticità espresse a riguardo anche da recenti pubblicazioni che evidenziano le distanze registrate su alcuni temi con la Chiesa americana. Il nunzio chiede come i vescovi stiano sviluppando la visione pastorale di Francesco in termini di misericordia, vicinanza alle persone, discernimento e accompagnamento, ospitalità verso i migranti, dialogo con quelli di altre culture e religioni. “Questi temi fanno parte della mentalità del clero e della gente comune? La nostra comunione con il Santo Padre si esprime in azioni concrete che aiutino a far conoscere il suo magistero tra la nostra gente?”, insiste il nunzio.
Mons. Pierre elenca le sfide che la Chiesa americana si trova ad affrontare in una società sempre più pluralista: cambiamento demografico, la crescita del numero di chi si dichiara senza chiara appartenenza religiosa, la necessità di coinvolgere di più i giovani, il costruire una cultura dellae vocazione e poi la lotta contro tutte le forme di razzismo e l’integrazione dei migranti. Il nunzio sottolinea anche le battaglie condotte con successo in difesa della vita, della libertà religiosa, dei diritti dei migranti e nell’assistenza offerta nelle grandi emergenze affrontate dal Paese, dove la Chiesa americana ha dato testimonianza di generosità e carità. Tra i segni di speranza per il futuro il nunzio sottolinea il meeting delle famiglie, quello con i leader religiosi dei movimenti e delle comunità ecclesiali, quello del V incontro con i giovani delle comunità latine: questo anche se si è ancora preoccupati per la crisi degli abusi, “io sono qui ad offrirvi parole di incoraggiamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa