This content is available in English

Spagna: elezioni, i titoli dei giornali europei. “Paralisi politica”, la destra “stra-guadagna”

“Lo stallo rimane, e l’estrema destra stra-guadagna”: il Guardian fotografa con questo titolo il risultato delle elezioni che si sono tenute in Spagna ieri, in cui “il partito socialista ha vinto, sebbene le urne non siano riuscite a semplificare l’impasse politica”. Secondo il quotidiano britannico, “il riemergere della crisi catalana” – a seguito della condanna dei leader indipendentisti – “ha contribuito ad alimentare l’ascesa di Vox, favorevole a una radicale ricentralizzazione della Spagna”. Nota però l’articolo che il partito indipendentista catalano di sinistra Cup “ha ottenuto i suoi primi due seggi nel parlamento nazionale”. “Sánchez vince indebolito e complica gli scenari nella notte elettorale di Vox”, titola il quotidiano portoghese Diario de Noticias, spiegando che “le elezioni che avrebbero dovuto facilitare i conti del governo in Spagna, li rendono più complicati” perché a sinistra ci sono 156 deputati, a destra 152, mentre “Sánchez fa affidamento sulle astensioni per essere investito come primo ministro. La maggioranza assoluta è 176”.
Anche il Frankfurter Allgemeine Zeitung descrive i risultati elettorali stamane, pronosticando un futuro difficile per Sanchez: “Le possibilità di dialogo e una soluzione ragionevole saranno ancora più ristrette, mentre crescono le contrapposizioni”. “La Spagna rimane filo-europea”, si legge ancora sul quotidiano tedesco, che ritiene questo risultato elettorale “rifletta l’andamento europeo”, dato che “in molti Paesi è tutt’altro che chiaro” ciò che esce delle urne. Per Le Figaro, “la Spagna sta attraversando la sua più grave crisi politica dalla morte di Franco nel 1975 e dal ripristino della democrazia”. Quella attuale sarebbe a tutti gli effetti “paralisi spagnola”, il titolo dell’editoriale, una “paralisi sintomatica che colpisce i regimi parlamentari in Europa” e che il voto di ieri non ha saputo curare.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy