Europa: Sassoli (Europarlamento), “nazionalismo e antisemitismo i due pericoli di oggi”

David Sassoli (Foto Sir/Gennari-Siciliani)

“Ci sono due pericoli oggi: uno si chiama nazionalismo. Il pericolo è quello dell’autosufficienza, ma in questa fase storica nessuno può essere autosufficiente. Ma si scarica la colpa sull’altro e il conflitto può degenerare. L’altro virus è l’antisemitismo. Una malattia europea che ritroviamo sempre nel momento della crisi. Tutte le stagioni di crisi fanno riemergere questa malattia. Ed è la malattia della ricerca del nemico”. Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, intervenendo stasera a “Insieme per la nostra casa comune”, ciclo di riflessioni sulla Laudato si’, organizzato dalla diocesi di Roma, nella basilica di San Giovanni in Laterano. “Dobbiamo essere vigili e preparati a far in modo che queste due malattie non degenerino”: è il monito del presidente dell’Europarlamento, che ha espresso ancora una volta la sua contrarietà al mancato ingresso di Macedonia del Nord e Albania nell’Ue. “Le questioni ambientale, sociale, economica, della regolazione della finanza, come chiede Papa Francesco, sono le priorità della nostra nuova legislatura”. “Un’Europa che si chiude non sarà d’aiuto, se poi l’Europa si divide ancora meno. Abbiamo bisogno di incrociare i destini tra Europa e Africa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa