Diplomazia: istituito premio letterario “Ambasciatori presso la Santa Sede”

Un premio letterario per un libro in lingua italiana su temi legati ai valori e alla storia del cristianesimo e della Chiesa. È l’iniziativa di un gruppo di ambasciatori presso la Santa Sede che in tal modo intende “valorizzare, anche nel lavoro quotidiano degli ambasciatori, la dimensione spirituale propria della Santa Sede attraverso la cultura e la letteratura in particolare”. A darne notizia oggi è l’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede. “La giuria del Premio, il cui presidente e vice-presidente sono Jan Tombiński, ambasciatore dell’Unione europea presso la Santa Sede e Pietro Sebastiani, ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede – spiega una nota -, ha già avviato la selezione dei libri sino ad oggi pervenuti da autori e case editrici. Altre candidature saranno accettate sino al 31 dicembre 2019. I criteri e i contatti per le candidature sono visibili sui portali online della Delegazione dell’Ue e dell’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, nonché sulle rispettive pagine social”. La giuria, si legge nella nota, “si avvale di un comitato consultivo, composto da un delegato del Pontificio Consiglio della cultura, un delegato del Pontificio Comitato di scienze storiche, un delegato del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso e da altre personalità con riconosciuta autorità nella promozione della cultura cristiana”. La giuria, prosegue la nota, “è assistita dall’Associazione librai italiani, l’Associazione italiana editori (Aie), l’Associazione degli editori indipendenti (Adei) e l’Unione editori e librai cattolici italiani (Uelci). La fase di selezione si concluderà con la premiazione del vincitore, che si terrà nella primavera del 2020 a Palazzo Borromeo, sede dell’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy