Dialogo interreligioso: Firenze, l’8 ottobre Giornata della fraternità con il principe El Hassan bin Talal di Giordania e i cardinali Betori e Ayuso Guixot

Ci saranno anche i cardinali Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, e Miguel Angel Ayuso Guixot, presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, e il principe El Hassan bin Talal di Giordania alla Giornata della fraternità, che si svolgerà martedì 8 ottobre, nel cenacolo di Santa Croce a Firenze. L’iniziativa di confronto internazionale è promossa dall’Opera di Santa Croce, con la Comunità dei Frati francescani minori conventuali, in occasione degli ottocento anni dall’incontro tra Francesco di Assisi e il sultano e a pochi mesi dalla Dichiarazione sulla Fratellanza umana di Abu Dhabi. “Firenze, città del dialogo, diventa ancora una volta crocevia di incontro. Come lo è stata negli anni Cinquanta e Sessanta – ricorda una nota – grazie all’opera profetica di Giorgio La Pira”.
Al centro della Giornata saranno la storia e l’attualità delle relazioni tra due grandi religioni, quella cristiana e quella islamica. I lavori, con inizio alle 9.30, saranno aperti dall’introduzione del card. Betori e dai saluti del sindaco Dario Nardella, della presidente dell’Opera di Santa Croce Irene Sanesi, del prefetto Laura Lega, di padre Paolo Bocci, rettore della basilica di Santa Croce e dell’imam Izzedin Elzir. Seguiranno gli interventi del principe El Hassan bin Talal di Giordania, del card. Ayuso Guixot, di padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi, del prefetto Michele Di Bari, capo dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del ministero dell’Interno, di Giulio Conticelli dell’Università di Firenze. Concluderà Alessandro Martini, assessore ai Rapporti con le confessioni religiose del Comune di Firenze. Il coordinamento del confronto è affidato a don Alessandro Andreini, vicepresidente dell’Opera di Santa Croce.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori