Chiese in Europa: card. Nichols (vice presidente Ccee), “speranza in un tempo e in un luogo pieno di contraddizioni e tensioni”

(Santiago de Compostela) Il martirio vissuto durante il periodo delle grandi dittature, la testimonianza di una semplicità di vita di fronte alla ricerca spasmodica del benessere, il contributo delle famiglie numerose e la loro capacità a donarsi gratuitamente, la vita di tanti santi che hanno attraversato il continente, il servizio alla vita e ai più poveri della società. Sono tanti “i segni di speranza che emergono in un tempo e in un luogo che è l’Europa piena di contraddizioni e tensioni”. A indicarli è il card. Vincent Nichols, arcivescovo di Westminster e vice presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa, aggiornando i giornalisti sul lavoro che i vescovi europei – riuniti in Plenaria a Santiago de Compostela – stanno facendo in questi giorni. La Plenaria si concluderà domani con una solenne celebrazione eucaristica nella chiesa di San Francesco ma questo pomeriggio i vescovi europei lanceranno all’Europa un messaggio. “L’Europa – ha detto il cardinale – ha sempre avuto una caratteristica, quella di essere stata oggetto di periodi di oppressione causati dalle dittature e questo tempo di oscurità ha dato una ricchezza di santità espressa nel martirio. L’Europa è oggi luogo di grande prosperità e in un simile contesto espressione della santità in questa terra è anche dare testimonianza di una semplicità di vita antitetica alla prosperità materiale. L’Europa è un luogo di individualismo”. “Pertanto, santità è anche la capacità di generare comunità, percorrendo strade che conducono alla riconciliazione”. Nichols ha poi parlato del contributo che danno le famiglie con molti figli: “Spesso sono agenti di santità autentica fondata su una vita vissuta non per gratificazione personale, ma nella generosità di donarsi pienamente agli altri”. “In un’Europa che è un luogo in cui esiste una grande contraddizione tra l’insistenza sull’importanza dei diritti umani e la negazione della dignità umana, la santità è anche servizio alla vita e ai più poveri nella società”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori