San Francesco: i vescovi della Toscana in preghiera nel santuario della Spogliazione

I vescovi toscani, guidati dal cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, hanno visitato ieri il santuario della Spogliazione, ad Assisi. Durante la breve introduzione nella chiesa di Santa Maria Maggiore il vescovo diocesano mons. Domenico Sorrentino ha spiegato che il Santuario della Spogliazione è il luogo dove il giovane Francesco, davanti al vescovo Guido e al padre Pietro di Bernardone, si spogliò di tutti i suoi beni fino alla nudità. Il vescovo si è poi soffermato sul forte legame che ha legato Francesco e il vescovo Guido dal quale si sentì “accolto e accompagnato”. “Una bellissima storia di accompagnamento spirituale. Siamo di fronte – ha detto mons. Sorrentino – all’esperienza della radicalità e alla testimonianza dell’ecclesialità. In questa chiesa, antica cattedrale di Assisi, abbiamo il punto centrale del santuario”. I vescovi dopo aver reso omaggio alla tomba del venerabile Carlo Acutis, giovane milanese morto a soli 15 anni per una leucemia fulminante, posta all’interno della chiesa, hanno raggiunto la Sala della Spogliazione dove è seguita la lettura delle fonti francescane e un momento di raccoglimento e preghiera. Mons. Sorrentino ha, infine, guidato i vescovi toscani anche nei locali sotterranei dove è allestito il “Museo della Memoria, Assisi 1943-1944” che racconta l’opera di salvezza degli ebrei a cui prese parte anche Gino Bartali, di cui il Museo conserva la sua cappellina privata.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy