Migrazioni: il vescovo Bedford-Strohm (Ekd) cittadino onorario di Palermo. Appello all’Ue, “si cessi di criminalizzare e impedire le operazioni di ricerca e salvataggio civili”

Il presidente del Consiglio della Chiesa evangelica in Germania, vescovo Heinrich Bedford-Strohm, ha ricevuto oggi la cittadinanza onoraria di Palermo. “Ho avuto quest’idea”, ha detto il sindaco Leoluca Orlando alla cerimonia di consegna del riconoscimento, “perché condividiamo molte idee relative alla politica sull’immigrazione, alla cultura dell’accoglienza, alla legge sull’asilo e al salvataggio in mare”. La Chiesa evangelica tedesca e il vescovo Bedford-Strohm, come Palermo, “si sono impegnati a trovare una soluzione a un fenomeno epocale, al fine di aiutare le persone a fuggire dalla guerra, dal terrore e dalle persecuzioni in cerca di una vita migliore”, ha continuato Orlando. “Ringrazio il popolo di Palermo e il suo sindaco per aver dimostrato che la politica con un volto umano è possibile”, ha risposto il vescovo tedesco, “e che una città aperta e solidale è un posto migliore per tutti. Oggi posso dire con orgoglio di essere un palermitano”.
“Accetto questo onore al posto di coloro che si prendono cura delle persone bisognose”, ha continuato: “danno un contributo inestimabile a un mondo in cui un giorno ogni essere umano potrà vivere con dignità”. Insieme, da Palermo, il sindaco e il vescovo hanno lanciato un appello all’Ue perché siano rilasciate tutte le navi di salvataggio confiscate e perché “si cessi di criminalizzare e impedire le operazioni civili di ricerca e salvataggio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy