Diocesi: Caritas Bolzano-Bressanone, “Café del lutto” per condividere il dolore della perdita di una persona cara

Nei giorni che precedono e seguono la festa di Ognissanti e la commemorazione dei defunti, in diverse località dell’Alto Adige la Caritas di Bolzano-Bressanone torna a proporre i “Café del lutto”, un’occasione per stare insieme e per condividere il dolore della perdita di una persona cara. “Ci incontriamo in piccoli locali con un ambiente accogliente – spiega Agnes Innerhofer, responsabile del Servizio Hospice della Caritas –. I nostri volontari sono sempre presenti e prendono parte alle conversazioni se desiderato o necessario. Le persone colpite dal lutto possono esprimere apertamente i loro sentimenti, senza nasconderli, ma soprattutto possono raccontare la loro storia e il lutto subito. La comunità aiuta a comprendere i propri sentimenti e a lasciare lo spazio necessario affinché vengano espressi”. Il distacco da una persona cara richiede un tempo, che non è uguale per tutti. “Il lutto, per essere superato, richiede a volte tempo, molto tempo – sottolinea Innerhofer –. Molte persone, di fronte alla pressione della società reagiscono censurando i propri sentimenti. Da fuori danno un’immagine di sé come se tutto fosse passato, ma invece, nel silenzio, soffrono in solitudine ancora per molti anni”. La festa di Ognissanti può essere loro di aiuto. “Prendersi cura delle tombe, accendere le candele, visitare il cimitero – aggiunge la responsabile del Servizio Hospice della Caritas altoatesina –, sono tutti rituali che aiutano, perché fanno sentire a chi ha subito il lutto la presenza della comunità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy