Argentina: commozione e attesa per il ritorno della statua della Vergine di Lujan portata via dai soldati inglesi e ieri benedetta dal Papa

Un momento emozionante, quello accaduto ieri durante l’udienza generale di Papa Francesco, a piazza San Pietro. Il Santo Padre ha, infatti, benedetto la statua della Madonna di Lujan, patrona dell’Argentina, portata in Gran Bretagna dopo la guerra delle Isole Falkland (giugno 1982). Durante l’invasione delle isole, i soldati argentini avevano portato una copia della statua della Vergine, ponendola nella chiesa di St. Mary, a Port Stanley. Dopo la riconquista, i militari britannici l’avevano sottratta e portata con loro in Inghilterra e per 37 anni è stata ad Aldershot. Lo scorso anno mons. Santiago Olivera, vescovo castrense del Paese latinoamericano, aveva proposto all’ordinario militare inglese, mons. Paul James Mason, di far tornare la statua in Argentina, come segno di riconciliazione, offrendo, nel contempo, di scambiarla con un’altra statua della Vergine. Ieri, durante l’udienza, il Papa ha benedetto non solo la statua che tornerà in Argentina, ma anche quella destinata all’Inghilterra. Ed è così avvenuto lo scambio. La delegazione argentina ha consegnato al Papa la lapide di un uomo caduto in guerra. “Francesco era molto emozionato, ha toccato quella lapide e ha pregato in silenzio”, ha spiegato mons. Oliveira, come riporta l’agenzia Aica.
Il vescovo castrense ha detto di provare “molta gratitudine a Dio” per “far parte di questo evento che apre una nuova strada di cordialità e fraternità”.
La statua arriverà a Buenos Aires domenica 3 novembre; alle 13, nella basilica di Nostra Signora di Lujan, ci sarà una messa di benvenuto, presieduta dal presidente della Conferenza episcopale argentina, mons. Oscar Vicente Ojea. Quindi, la statua sarà a Pilar, per l’Assemblea plenaria dei vescovi argentini, e, da mercoledì a giovedì, a Quilmes. Domenica 10 novembre un’altra celebrazione a Lujan darà inizio alla peregrinazione attraverso le diocesi argentine.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy