Roma: Barbuscia (Mcl), “lanciare idee per un riscossa civica”

“Dai mali, le idee: proposte per Roma” è tema del convegno che si è svolto questa mattina nell’auditorium dell’Ara Pacis, a Roma. “Non a caso abbiamo scelto questo luogo evocativo del passato e della storia della città, per poter parlare della capitale, dei sui disagi e della sua vocazione a mostrare la bellezza”, ha affermato Barbara Barbuscia, presidente dell’Unione territoriale Mcl Roma,Viterbo, Rieti. “Come Movimento cristiano lavoratori non abbiamo la pretesa di affrontare tutte le urgenze, ma vogliamo lanciare idee per una riscossa civica. Nel popolo prevalgono sentimenti di rabbia e vergogna. Per questo ci sentiamo di dire ‘come ora mai’”.
Per Barbuscia è stata un’occasione persa il ritiro della candidatura alle Olimpiadi del 2024. “Certamente il più grave problema è lo smaltimento dei rifiuti che questa amministrazione non è riuscita a risolvere – ha sostenuto -. Servono scelte forti, altrimenti corriamo il rischio di arrivare a una vera e propria emergenza sanitaria. I mezzi di trasporto non garantiscono un servizio adeguato ad una capitale europea; il ritardo nelle gare di appalto per le potature ha aggravato il problema della caduta degli alberi; le soluzioni pensate per risolvere il problema delle buche si è rivelato inefficiente, come nel caso della Cristoforo Colombo dove abbassando il limite di velocità è aumentato il traffico, complicando una situazione già critica”. Di qui la proposta: “Perché non prevedere un ministro per Roma Capitale? È urgente garantire alla nostra città uno status speciale, cioè dei poteri adeguati per gestire questa complessità. Siamo stanchi di una politica fatta di contrasti permanenti. Il concetto di ‘civis romanus’ ci ricorda un’epoca gloriosa di Roma il cui successo era legato all’innovazione; spero che la città presto si possa risvegliare in tutta la sua grandiosità e bellezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy