Economia: 39% italiani pessimista su uscita crisi. Meno fiducia in scenario internazionale, ma 59% soddisfatto della propria situazione personale

Gli italiani vivono la contraddizione di un Paese che non è ancora del tutto uscito dalla crisi precedente e vede all’orizzonte nubi non rassicuranti, sia sul piano economico, sia su quello della sostenibilità del modello di sviluppo (83%). Il 59% dei cittadini pensa che il mondo stia fronteggiando un’emergenza al contempo ambientale e sociale, un altro 20% sottolinea la propria preoccupazione nello specifico rispetto all’ambiente, il 12% si sofferma invece sulle disuguaglianze. Solo per l’8% dei nostri concittadini gli eventi sono nella normalità e non ci sarebbe da preoccuparsi più di tanto. Lo rivela la 19ª edizione dell’indagine “Gli italiani e il risparmio” realizzata da Acri con Ipsos e presentata oggi a Roma dal presidente di Acri, Francesco Profumo, e dal presidente di Ipsos, Nando Pagnoncelli, alla vigilia della 95ª Giornata mondiale del risparmio che ricorre domani. Questo dato si accompagna alla sensazione che la crisi sia ancora lunga da superare (almeno 5 anni). Il 39% degli italiani si dice pessimista circa i prossimi 3 anni, mentre il 24% si dice ottimista. Si riduce la fiducia riposta nell’economia europea e mondiale (rispetto a quella europea il 28% di ottimisti è bilanciato dal 29% di pessimisti, rispetto a quella mondiale ottimisti e pessimisti sono entrambi al 25%, ma un anno fa gli ottimisti sopravanzavano i pessimisti di 7 punti percentuali). Per quanto riguarda la propria situazione personale, il 59% è soddisfatto della sua situazione economica, dato in crescita di 4 punti rispetto al 2018 e di 17 rispetto al 2013, il miglior dato dopo quello del 2001 (65%). E ancora un 24% ritiene che la propria situazione migliorerà nel corso del 2020, mentre solo il 14% è pessimista. “Questi dati positivi – osservano i curatori dell’indagine realizzata tra settembre e ottobre tramite 1000 interviste telefoniche presso un campione rappresentativo della popolazione italiana adulta – non devono far dimenticare che quasi 1 famiglia su 5 è colpita dalla crisi in almeno uno dei componenti il nucleo familiare (18%), dato comunque in riduzione (nel 2018 era il 24%)”.

 

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy