Roma: Costalli (Mcl), “non si può più aspettare. Il degrado è sotto gli occhi di tutti”

“Roma non può più aspettare né continuare a fingersi Ponzio Pilato: il degrado verticale della Capitale è sotto gli occhi di tutti. Un disastro su tutti i fronti che ha sprofondato la città eterna dal primo al terzo mondo”: è una denuncia forte, quella lanciata dal presidente del Movimento cristiano lavoratori (Mcl), Carlo Costalli, presentando l’iniziativa organizzata dal suo Movimento in collaborazione con la Fondazione italiana Europa popolare e con il Patronato Sias, per discutere dei mali di Roma.
L’evento – che si terrà a Roma domani , mercoledì 30 ottobre a partire dalle ore 10, presso l’Auditorium dell’Ara Pacis in via di Ripetta 190 – sarà un’occasione per puntare il focus sui mali di Roma, partendo però da un punto di vista propositivo, che sappia cioè anche intravedere delle possibili vie d’uscita. La giornata di lavoro, intitolata: “Dai mali, le idee. Proposte per Roma”, rappresenta la prima di una serie di iniziative che andranno avanti anche durante il prossimo anno. Al presidente Costalli il compito di tirare le conclusioni e rilanciare il Movimento verso un nuovo impegno per cercare di “riattivare un tessuto sociale sano e partecipato, in cui i cittadini stessi siano protagonisti attivi e responsabili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy