Germania: vescovi della Turingia preoccupati per il risultato delle elezioni del Land. “Contrastare le posizioni populiste”

I vescovi della Turingia hanno reagito con preoccupazione all’esito delle elezioni del Land. Al voto per il parlamento locale di domenica, la sinistra dei Linke ha ottenuto per la prima volta la maggioranza relativa con il 31% dei suffragi. Il partito populista di destra Alternativa per la Germania (Afd) ha totalizzato il 23,4%, con un aumento di oltre 10 punti percentuali. I Cristiano-democratici (Cdu) della cancelliera Merkel hanno perso ben 11 punti rispetto le passate elezioni, fermandosi al 21,8%. I Socialdemocratici non sono andati oltre l’8,2%. Vicini i Verdi e i Liberaldemocratici dello Fdp, rispettivamente al 5,2 e al 5%. Il vescovo cattolico di Erfurt, mons. Ulrich Neymeyr, ha dichiarato: “Le condizioni complicate, in una democrazia come è ora quella della Turingia, sono spesso utilizzate dai populisti per polemizzare contro il sistema, mentre i democratici retti devono difendersi e difendere i nostri valori: in birreria, nella cerchia di amici, al lavoro e ovunque si creino discorsi populisti”. Il risultato delle elezioni è una grande sfida, ha continuato Neymeyr, e “mostra una chiara polarizzazione nella società della Turingia”, con sinistra e destra a confrontarsi e Cdu, Spd, Verdi e Liberali a far da mediatori. “Pertanto, esorto tutti i leader politici a concentrarsi sugli interessi della Turingia durante i colloqui delle prossime settimane – ha detto Neymeyr – perché questa non è l’ora dei giochi di potere personali o di parte”. Rispettare l’avversario politico, anche se non si è d’accordo, secondo il vescovo, “dovrebbe essere evidente”, in quanto questo fatto aiuta a contrastare l’apparente divisione della società.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy