This content is available in English

Germania: pubblicati gli statuti del “Cammino sinodale” di riforma della Chiesa cattolica tedesca. Prima assemblea a fine gennaio

La Conferenza episcopale tedesca (Dbk) e il Comitato centrale dei cattolici tedeschi (ZdK) hanno pubblicato gli statuti della “via sinodale” congiunta: il processo sinodale di riforma della Chiesa cattolica tedesca serve alla comune ricerca di misure per rafforzare la testimonianza cristiana, è spiegato nel documento di sei pagine pubblicato oggi sui siti della Dbk e della Zdk. Con l’adozione finale da parte dell’assemblea plenaria della ZdK, gli statuti entreranno in vigore a partire dalla prima domenica di avvento. Gli statuti regolano la composizione e i compiti dei singoli organi del “percorso sinodale”. L’obiettivo è chiarirne gli argomenti chiave e le aree d’azione. Saranno quattro i grandi forum tematici sui quali verterà il cammino: “Potere e separazione del potere nella Chiesa – Partecipazione congiunta e partecipazione alla missione”; “Esistenza sacerdotale oggi”; “Donne nei servizi e negli uffici della Chiesa”; “Vivere in relazioni di successo – l’amore vive nella sessualità e nella collaborazione”, originariamente intitolato “Morali sessuali”. L’Assemblea sinodale, che si terrà per la prima volta dal 30 gennaio al 1° febbraio 2020 a Francoforte, avrà un massimo di 230 membri. Oltre ai 69 vescovi e 69 membri dello ZdK, questo include anche vicari generali, rappresentanti dell’Ordine e dei Consigli dei sacerdoti, consiglieri pastorali e parrocchiali, facoltà cattoliche e nuove comunità spirituali e 15 giovani di al massimo 30 anni. Nel consiglio di presidenza, oltre al presidente della Conferenza episcopale, il card. Reinhard Marx, e al presidente della ZdK, Thomas Sternberg, svolgeranno la funzione di vicepresidenti il vescovo di Osnabrück, mons. Franz-Josef Bode, e uno dei quattro vicepresidenti della ZdK.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia