Terra Santa: Deir Rafat, celebrata ieri la solennità della Beata Vergine Maria, Regina della Palestina

Ieri 27 ottobre, presso il santuario mariano di Deir Rafat, circa duemila fedeli accorsi da tutta la regione si sono riuniti per celebrare la solennità della Beata Vergine Maria, Regina della Palestina. La festa è stata istituita dall’allora patriarca Luigi Barlassina che, in occasione del suo solenne ingresso nella basilica del Santo Sepolcro il 15 luglio 1920, consacrò la diocesi a Maria, invocandola per la prima volta con il titolo di “Regina di Palestina”. Per questo motivo si tratta di una festa molto sentita in Palestina dai fedeli che, all’ultima domenica di ottobre, si danno appuntamento in questo santuario mariano, situato oggi in territorio israeliano ma un tempo villaggio arabo cristiano a ovest di Gerusalemme. La messa presieduta da mons. Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, è stata concelebrata, come riferisce il sito dello stesso Patriarcato latino, tra gli altri, da mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo, vicario patriarcale per Gerusalemme e Palestina, da  mons. Hanna Kildani, vicario patriarcale per Israele, dal vescovo emerito Kamal Batish, da padre Pietro Felet, segretario dell’assemblea dei vescovi di Terra Santa, e da mons. Jean-Pierre Delville, vescovo di Liegi. Quest’ultimo ha accompagnato dal Belgio una delegazione di dame e cavalieri dell’Ordine del Santo Sepolcro che ha assistito in prima fila alle celebrazioni, insieme ad un gruppo locale di cavalieri e ad uno proveniente dal Canada. Dopo la messa la tradizionale processione al seguito della statua della Madonna “protettrice della Palestina”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy