Elezioni in America Latina: domani presidenziali in Argentina e Uruguay, regionali e comunali in Colombia

Domenica elettorale in un Sudamerica infiammato dalle crisi di Cile e Bolivia. Il 27 ottobre si vota per il primo turno delle elezioni presidenziali in Argentina e in Uruguay. In Argentina, il peronista Alberto Fernández, in ticket con l’ex presidente Cristina Fernández de Kirchner, confida in una vittoria già al primo turno, dopo il successo alle primarie dell’agosto scorso. Il presidente uscente Mauricio Macri, in un contesto sociale ed economico molto difficile, ha cercato nell’ultima settimana di campagna elettorale una rimonta per arrivare al ballottaggio. Incerta, invece, la situazione in Uruguay, dove il ballottaggio è in questo caso probabile. Il favorito resta il partito di sinistra tradizionalmente al governo, il Frente Amplio, che candida Daniel Carlos Martínez. La destra liberale del Partido Nacional, che candida Luis Alberto Lacalle Pou, confida di andare al ballottaggio, dove punta ad aggregare i consensi degli altri due candidati “forti”: Ernesto Talvi del Partido Colorado e la novità di questa tornata, il nazionalista Guido Manini Ríos della lista Cabildo Abierto. Domenica seggi aperti anche in Colombia, per le elezioni regionali nei Dipartimenti del Paese e per le comunali, che coinvolgono anche la capitale Bogotá.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa