Diocesi: Grosseto, stasera in cattedrale “La Passione di Cristo” di Mario Luzi. Nel pomeriggio una riflessione con l’abate di san Miniato Bernardo Gianni

“Quando mi fu proposto di scrivere un testo per le meditazioni della Via Crucis ebbi, superata la sorpresa, un contraccolpo di vero e proprio sgomento. Ero invitato ad una prova ardua su un tema sublime. La Passione di Cristo – ce ne può essere uno più elevato?”. A scrivere è Mario Luzi (1914–2005), grande poeta dei nostri tempi, legato – a motivo delle sue origini familiari – alla Maremma e in particolar modo a Semproniano. Quelle parole accompagnavano la pubblicazione de “La Passione di Cristo”, le meditazioni che egli offrì al mondo per la Via Crucis al Colosseo del 1999. Quelle parole vibreranno di nuova forza stasera nella cattedrale di Grosseto, dove – nell’ambito della Settimana della Bellezza – sarà offerta una serata che terrà insieme la lettura del testo poetico di Luzi, grazie alla voce recitante di Pino Tufellaro e le installazioni luminose dell’artista Marco Nereo Rotelli. Per la durata dell’evento la facciata e le piazze saranno illuminate di azzurro e saranno proiettati versi poetici luminosi tratti dalla poesia di Mario Luzi “Bellezza”. La serata dedicata a Luzi avrà un momento di preparazione nel pomeriggio (ore 18), nella sala Friuli del convento di San Francesco, dove interverrà padre Bernardo Gianni, abate di San Miniato al Monte, che è stato anche predicatore degli ultimi esercizi spirituali di quaresima al Papa. Padre Bernardo terrà un incontro che riprende proprio alcuni versi di Luzi: “Vita in Cristo, vita di Bellezza”. Sarà anch’esso un omaggio al poeta, ma sarà anche un tempo di riflessione, che permetterà di guardarsi dentro per verificare il cammino della propria vita alla luce della vita in abbondanza che promette Cristo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo