Sinodo per l’Amazzonia: Ruffini, “è la Chiesa in cammino”, non “un sondaggio” o “un derby”

“Sui viri probati, sui ministeri non ordinati, sul ruolo dei laici e delle donne i padri sinodali hanno condiviso preghiere, esperienze, proposte. Tutte finalizzate a capire come essere una Chiesa profetica, samaritana, animata dallo Spirito Santo. Parlare di polarizzazione è quanto meno riduttivo”. A parlare di due tra i temi più dibattuti al Sinodo per l’Amazzonia – in un’intervista rilasciata al Sir – è Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, che a proposito della lettura del Sinodo esorta a fuggire dalla tentazione della polarizzazione mediatica: “I temi dibattuti sono stati molti. E oltre a queste due questioni ne sono state discusse molte altre: la crisi ecologica, i limiti dello sviluppo, i temi del dialogo interreligioso e interculturale… Penso che l’unico modo di evitare una polarizzazione mediatica sia quello di accettare la complessità. Non è questione di sì e no a soluzioni bell’e pronte. Il Sinodo sta discutendo di un territorio grande quanto l’Europa che ha la metà degli abitanti dell’Italia. Con lingue e culture ancestrali diverse. Sta discutendo di come salvare l’Amazzonia e il Pianeta tutto da modelli di sviluppo insostenibili. Sta discutendo di come essere Chiesa in Amazzonia. E di cosa l’Amazzonia può insegnare a noi. Ci sono cose che forse solo chi vive lì può capire. E ci sono cose che possiamo e dobbiamo capire anche vivendo qui”. Secondo Ruffini, il Sinodo “certamente è riuscito a dire con forza che la Chiesa si fa carico della questione ambientale. Così come si è fatta carico, dopo la rivoluzione industriale, della questione sociale”. Quanto alle attese dei media nei confronti dei risultati del Sinodo, il prefetto fa notare che la questione non può essere posta “in termini di gradimento o sgradimento. Entusiasmo o delusione. Come fosse un sondaggio. O un voto in Parlamento. O un derby delle attese. Non solo non è questo il significato di un Sinodo, ma non è questa la storia della Chiesa. Non sono questi i criteri predicati da Gesù Cristo. Il Sinodo è la Chiesa in cammino. Un cammino faticoso. In salita. Non un’arrampicata”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy