Mezzogiorno: Mcl Napoli, domani mattina il Premio “Card. Crescenzio Sepe”

Domani mattina, alle ore 9.30, presso la Camera di Commercio di Napoli, si svolgerà l’ottava edizione del Premio “Card. Crescenzio Sepe”, organizzato dal Movimento cristiano lavoratori nell’ambito del convegno “Le politiche del lavoro per uno sviluppo nuovo del Mezzogiorno”.
“Il lavoro è sempre al centro della nostra attenzione. Mai come oggi il Mezzogiorno rappresenta un punto di grave crisi, ma anche un’opportunità per il Paese per agganciare la crescita. I giovani sono la nostra arma vincente, ma bisogna creare quelle condizioni infrastrutturali, di tutela e innovazione necessari per fare quel salto di qualità che attendiamo da troppo tempo. Oggi siamo certamente a una svolta e noi come Movimento cristiano lavoratori intendiamo avere un ruolo sempre più propulsivo, di protagonisti per accelerare sulla strada della crescita da un lato e della tutela dei soggetti più deboli dall’altro. Il Premio dedicato al card. Sepe rappresenta, come sempre, un momento di riflessione importante per raccogliere le migliori energie della nostra città su tali questioni urgenti”, ha dichiarato il presidente provinciale di Mcl, Michele Cutolo.
Dopo i saluti di Gaetano Manfredi, rettore dell’Università Federico II di Napoli, e di Michele Cutolo, si aprirà la serie di interventi moderati da Massimo Milone, direttore Rai Vaticano. Interviene, tra gli altri, Vania De Luca, presidente nazionale dell’Ucsi. Conclude Carlo Costalli, presidente nazionale di Mcl. Presiede il card. Sepe.
“Lo sviluppo del Sud è fondamentale per lo sviluppo dell’Italia intera e noi dobbiamo assolutamente saper cogliere quest’opportunità – ha affermato Costalli -. Servono interventi seri: il lavoro come la crescita non si creano per legge ma riorientando le politiche economiche. Il Mezzogiorno ha bisogno di scelte coraggiose che puntino a un nuovo sviluppo del mercato del lavoro e siano capaci di attrarre nuovi investimenti, anche attraverso la realizzazione di infrastrutture che ne rilancino la competitività”.
I premi quest’anno saranno assegnati al direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano, all’attore Benedetto Casillo, al presidente della Banca di credito cooperativo di Napoli Amedeo Manzo, al consigliere del premier per il Sud Gerardo Capozza e al presidente del Benevento Calcio Oreste Vigorito. Un riconoscimento speciale sarà assegnato al prete cattolico Franjo Topic, che per decenni si è adoperato per la pace nei Balcani e la tutela dei cattolici in una regione dove le pulizie etniche e religiose sono state drammatiche. Topic è stato per 29 anni presidente dell’associazione Napredak di Sarajevo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy