Diocesi: mons. Checchinato (San Severo), “per questo Ottobre straordinario tante iniziative per mantenere vivo lo spirito missionario”

“L’Ottobre missionario straordinario voluto da Papa Francesco ha trovato un’accoglienza entusiastica nella nostra diocesi”. Mons. Giovanni Checchinato, vescovo di San Severo, in Puglia, non ha dubbi: “Papa Francesco, con questa importante iniziativa, ha inteso risvegliare la consapevolezza dell’urgenza della ‘missio ad gentes’, a cui dare nuovo slancio per contribuire alla trasformazione in senso più missionario della pastorale ordinaria”.

“La nostra diocesi – prosegue il vescovo -, pur non essendo molto grande, da 23 anni ha un rapporto di cooperazione missionaria con la diocesi sorella di Natitingou in Benin”. Un legame, quello della diocesi pugliese con l’Africa che nasce nell’ottobre del 1996, quando don Amedeo Cristino, partiva come missionario “fidei donum” insieme al comboniano p. Gianni Capaccioni, per impiantare la missione nel villaggio di Wansokou

Un evento, questo, che di fatto ha cambiato il volto stesso della diocesi entrando nel cuore non solo di chi, volta per volta, si accingeva a partire, ma di tutti, in particolar modo i laici che non si sono mai stancati di sostenere, e in tutti i modi, la missione diocesana. Una missione in cui, nel corso degli anni, si sono succeduti diversi sacerdoti. Nel 2011 poi, dopo aver affidato la parrocchia di Wansokou al clero locale, i nostri missionari hanno intrapreso un nuovo cammino nella vicina parrocchia di Cotiakou. “In tutti questi anni – aggiunge mons. Checchinato – sono tanti i sacerdoti e i laici che hanno fatto visita alle due missioni e soprattutto tantissimi giovani, in particolare quelli dell’Epicentro Giovanile. Tra questi alcuni, diventati poi adulti, hanno vissuto in modo autonomo altre esperienze missionarie i cui frutti sono puntualmente arrivati. Uno su tutti: la partenza, nel 2013, di Mauro Camillo, primo missionario laico della nostra diocesi, alla volta della missione di Cotiakou dove ha trascorso due anni della sua vita”.

Per la diocesi di San Severo, poi l’Ottobre missionario straordinario coincide con un altro momento importante della cooperazione missionaria: a conferma di una storia che continua, durante la prossima veglia missionaria, don Amedeo Cristino riceverà dal vescovo Checchinato il mandato e la croce missionaria prima di partire per il Benin e sostituire l’attuale missionario, don Angelo Valente, prossimo a rientrare in diocesi. “Questo avvenimento e il Mese straordinario della missione – conclude mons. Checchinato – hanno dato origine a diverse iniziative promosse dall’Ufficio missionario diocesano con vari momenti di animazione in molte città della diocesi rivolte alle diverse fasce di età (mostre missionarie, incontri nelle scuole, momenti di formazione biblica, iniziative per giovani e famiglie), iniziative tutte tese a sostenere e a mantenere vivo lo spirito missionario che ha arricchito tanto la vita della nostra comunità diocesana”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa