Chiese umbre: al via domani a Foligno Assemblea ecclesiale regionale su evangelizzazione e problemi sociali. Sabato la messa presieduta dal card. Bassetti

“Perché la nostra gioia sia piena (1 Gv 1,4). L’annuncio di Gesù Cristo nella terra umbra” è il tema dell’Assemblea ecclesiale regionale umbra in programma dal 18 al 19 ottobre a Foligno, presso il complesso parrocchiale di San Paolo. La necessità sempre più urgente della nuova evangelizzazione senza trascurare le problematiche di natura sociale che attanagliano la società umbra di inizio XXI secolo, quali famiglia, lavoro, giovani; la fatica dei laici cristiani a stare in modo significativo dentro l’impegno politico e di una politica che costruisca la società a partire dagli “ultimi”; una presenza capace di dialogo con tutte le diversità dei laici chiamati per loro natura e missione a rendere “politica” la fede. Questi i temi su cui saranno chiamati a riflettere i 400 partecipanti e i 345 delegati in rappresentanza di ciascuna delle otto diocesi: Assisi-Nocera Umbria-Gualdo Tadino; Città di Castello; Foligno; Gubbio; Orvieto-Todi; Perugia-Città della Pieve; Spoleto-Norcia; Terni-Narni-Amelia. La regione ecclesiastica conta 601 comunità parrocchiali, 498 sacerdoti diocesani residenti, 565 religiosi, 1.329 religiose, 144 diaconi permanenti, 41 seminaristi. Sono 4.651 i battesimi nell’ultimo anno. Ad aprire i lavori domani, venerdì 18, alle ore 15, il saluto dell’arcivescovo presidente della Ceu, mons. Renato Boccardo. Tra i relatori della due giorni il sociologo Luca Diotallevi, mons. Franco Giulio Brambilla, lo storico Ernesto Galli Della Loggia. A trarre le conclusioni mons. Boccardo. Sabato la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Gualtiero Bassetti, presidente della Cei.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa