Alimentazione: Fao, 820 milioni gli affamati; 650 milioni di adulti e 120 milioni di under 19 gli obesi. “Diete sane e sostenibili per tutti”

Nel mondo 820 milioni di persone soffrono la fame mentre 650 milioni di adulti e 120 milioni di giovani tra i 5 e 19 anni sono obesi. Oltre 40 milioni di bambini sono in sovrappeso; oltre 150 milioni di piccoli sotto i 5 anni soffrono di rachitismo; più di 50 milioni sono deperiti. Lo rivela la Fao in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione che ricorre oggi per sensibilizzare su povertà, fame, malnutrizione, sicurezza alimentare per tutti. Fame e obesità: non un ossimoro ma le due facce di una stessa medaglia, lo specchio di un sistema alimentare in profonda crisi. Non a caso tema della Giornata 2019 è “Le nostre azioni sono il nostro futuro. Un’alimentazione sana per un mondo #FameZero” perché “raggiungere Fame Zero non prevede solo il dar da mangiare agli affamati”, sostiene la Fao chiedendo un impegno ad ogni livello “affinché tutti abbiano accesso a diete sane e sostenibili”. Diete scorrette e stile di vita sedentario hanno fatto impennare i tassi di obesità non solo nei Paesi sviluppati, ma anche in quelli a basso reddito, e una dieta scorretta – ad alto contenuto di zucchero, sale, grassi saturi – “è una delle principali cause di morte in tutto il mondo”, avverte l’Organizzazione sottolineando che “le abitudini alimentari scorrette costano ai budget sanitari nazionali fino a 2mila miliardi di dollari l’anno”. “Senza un’inversione di tendenza – il monito -, entro il 2025 saranno obese o malnutrite una persona su due”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia