Perdita perinatale e infantile: Como, genitori di CiaoLapo onlus scrivono all’astronauta Parmitano. “Sei forse la persona più vicina ai nostri piccoli”

“Caro Luca, come si sta lassù tra le stelle? Ci permettiamo di darti del tu perché seguiamo quotidianamente la tua impresa; grazie alle tue splendide immagini spiamo il nostro pianeta e il cielo attraverso i tuoi occhi e ci sembra di conoscerti un po’. Noi siamo i genitori del gruppo di Fino Mornasco (Como) di CiaoLapo. CiaoLapo onlus è un’associazione scientifico assistenziale che si occupa della tutela della gravidanza e della salute perinatale, ma anche molto più di questo. È una mano che ti viene tesa nel momento più difficile di una vita, quello che nessun genitore vorrebbe mai vivere, quello in cui tuo figlio muore”. Inizia così la lettera che i genitori del gruppo di Fino Mornasco dell’associazione CiaoLapo onlus hanno scritto – tramite Facebook – all’astronauta Luca Parmitano in occasione del tredicesimo Baby Loss Awareness Day italiano, la Giornata della consapevolezza sul lutto in gravidanza e dopo la nascita che viene ricordato oggi, martedì 15 ottobre. “Perché scriviamo a te? Perché – continua la lettera –, pensandoti, ci è venuta in mente quella vecchia storiella del neurochirurgo che parla con l’astronauta. Il neurochirurgo è credente e l’astronauta, ateo, lo prende in giro: ‘Ho viaggiato tante volte tra le stelle e non ho mai visto un angelo’, gli dice. Al che il chirurgo gli risponde: ‘Guarda, io ho operato centinaia di cervelli, eppure non ho mai visto un solo pensiero’. Tra noi ci sono credenti e non, non importa: tutti noi quando pensiamo ai nostri bambini guardiamo all’insù e proiettiamo la nostra immaginazione in quel cielo in cui tu navighi; e così, vedi, per noi tu sei forse la persona che in questo momento è più vicina ai nostri piccoli, anche se non li puoi vedere”. Sono molte le iniziative in programma oggi in Italia per il Baby Loss Awareness Day, Giornata mondiale di informazione, sensibilizzazione e sostegno a chiunque perda un bambino durante la gravidanza o dopo il parto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy