Messico: Chiapas, Guardia nazionale blocca sul nascere carovana di duemila persone. Naufragio sulla rotta del Pacifico

Nessuna tolleranza. La Guardia nazionale messicana e la Polizia federale hanno immediatamente smantellato una carovana di circa 2mila migranti perlopiù africani, haitiani e centroamericani, che sabato mattina erano partiti da Tapachula per cercare di arrivare alla frontiera nord. Un tentativo causato dalla disperazione, trovandosi bloccati da sei mesi alla frontiera Sud del Messico.

Un’esasperazione che sta spingendo altri migranti a imbarcarsi, cercando di andare verso nord via mare, attraverso il Pacifico. Come testimonia la vicenda del naufragio di un’imbarcazione, accaduto venerdì scorso, lungo la costa dello Stato messicano del Chiapas, nel territorio del comune di Tonalá. Il naufragio di una piccola imbarcazione ha causato la morte di un camerunense di 39 anni, Emmanuel Cheo Ngu, trovato privo di vita sulla spiaggia, mentre otto persone sono state soccorse e ci sono alcuni dispersi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo