Madre Vannini: mons. Tisi (Trento), “le sue virtù trovano ogni giorno testimonianza nelle corsie dell’ospedale S. Camillo”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“L’ospedale san Camillo di Trento è un luogo dove si respira una vicinanza non scontata a chi soffre e dove le virtù di santa Giuseppina Vannini trovano ogni giorno una fedele testimonianza”. Lo afferma mons. Lauro Tisi, arcivescovo di Trento, che con un gruppo di fedeli trentini ha partecipato ieri a Roma alla solenne messa di canonizzazione di cinque nuovi santi, tra cui suor Giuseppina Vannini, fondatrice delle Figlie di S. Camillo, che a Trento gestiscono fin dal 1936 l’ospedale S. Camillo e da 10 anni operano nella casa del Clero diocesano, a servizio dei sacerdoti anziani e ammalati. “Dobbiamo essere grati a queste nostre sorelle che compiono un servizio tanto prezioso quanto umile e silenzioso, non solo per la Chiesa ma per l’intera comunità trentina”, commenta mons. Tisi, che è stato chiamato all’altare per concelebrare con Papa Francesco. In ringraziamento per san Giuseppina Vannini vi saranno due appuntamenti a Trento: venerdì 18 ottobre la messa in S. Maria Maggiore alle 18 presieduta dall’arcivescovo e domenica 20 ottobre all’ospedale san Camillo la solenne concelebrazione di ringraziamento alle 9, presieduta dal cappellano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo