Pastorale salute: Assisi, rinnovato il Consiglio nazionale. Presidente è don Isidoro Mercuri Giovinazzo. Vice è don Giovanni Naletto

In occasione del XXXV convegno nazionale dell’Aipas (Associazione italiana di pastorale sanitaria), svoltosi ad Assisi, si è riunita l’Assemblea generale dell’Associazione per rinnovare il Consiglio nazionale e al suo interno le cariche di presidente, vice presidente, segretario e tesoriere.
Al termine dell’Assemblea sono stati eletti come presidente don Isidoro Mercuri Giovinazzo; vice presidente don Giovanni Naletto, segretaria suor Anna Tagliapietra; tesoriere è stato riconfermato don Antonio Martello.
Don Isidoro, direttore della Pastorale della salute di Aosta, era già vice presidente dell’Aipas e ancor prima come consigliere. Si occupa da sempre di Pastorale della salute, ad Aosta tra i vari impegni, oltre a seguire due parrocchie, si occupa, come cappellano e quindi come direttore dell’ufficio, anche dell’ospedale. “La scelta è caduta su di me, sono contento e sono contento di tutto quello che fin ora è stato fatto, perché l’Aipas ha nel suo specifico la formazione, quindi la dimensione culturale di tutti coloro che si occupano di promozione della salute, con ovviamente la forza del valore della dignità della vita in ogni momento, dal concepimento alla morte. L’Aipas attraverso la mia persona è entrata anche a far parte del Forum socio-sanitario a partire dalla fine dell’anno 2018, assieme alle associazioni dei medici cattolici, farmacisti cattolici, psichiatri”.
Il vice presidente don Giovanni Naletto, direttore dell’Ufficio diocesano della pastorale della salute di Verona, racconta: “Sono entrato in pastorale della salute nel 2000, quando si è creato la necessità di un servizio presso l’Ospedale Policlinico Borgoroma a Verona. Da allora sono entrato in servizio con la convinzione che era importante fare un po’ di formazione, ho approfittato di avere vicino a casa il Centro camilliano di formazione e dal 2001 sono stato inserito nell’Aipas. Sono debitore a questa associazione per quanto ho ricevuto soprattutto nel campo ospedaliero e per quanto sto facendo in questo settore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo