Confraternite: mons. Pennisi (Monreale), “opportune iniziative per la formazione religiosa, ecclesiale e pastorale dei membri”

“Oggi l’urgenza della nuova evangelizzazione esige che anche le Confraternite partecipino più intensamente e più direttamente all’opera che la Chiesa compie per portare la luce, la redenzione, la grazia di Cristo agli uomini del nostro tempo, prendendo opportune iniziative, per la formazione religiosa, ecclesiale e pastorale dei loro membri”. Lo scrive mons. Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale e neo assistente nazionale della Confederazione delle Confraternite delle diocesi d’Italia, nel suo messaggio loro indirizzato. Ricordando le parole dedicate da Papa Francesco nell’Evangelii gaudium alla dimensione popolare della religiosità e alla forza evangelizzatrice della pietà popolare e quelle rivolte ai membri delle Confraternite, il presule evidenzia che “le confraternite, esperienze significative per l’azione educativa e missionaria della Chiesa, richiedono di essere sostenute e coordinate”. “Nelle Confraternite si sperimenta la ricchezza di autentiche relazioni fraterne e amicali all’interno della comunità ecclesiale, ci si forma all’ascolto della Parola di Dio e al discernimento comunitario e si matura la capacità di testimoniare con efficacia il Vangelo nella società”. Quindi, “da confratello, amico e padre” l’impegno dell’arcivescovo è quello di “condividere con voi il cammino che il Signore ci indica attraverso il discernimento dei ‘segni dei tempi’ alla luce della Sacra Scrittura e del Magistero della Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy