Sea Watch: Albano (garante infanzia), “bene la tempestiva nomina dei tutori per i minori non accompagnati”

“La decisione della Corte europea dei diritti dell’uomo ha riconosciuto la centralità della figura del tutore per i minori stranieri non accompagnati presenti sulla nave Sea Watch 3 in acque territoriali italiane”. L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, accoglie così la misura cautelare adottata ieri dai giudici di Strasburgo. “È attraverso il tutore che possono essere esercitati tutti i diritti dei ragazzi arrivati soli nel nostro Paese – precisa la garante -. La Corte ha richiesto al governo italiano di assicurare ai minorenni un’adeguata accoglienza nel rispetto delle norme, in linea con la segnalazione inviata qualche giorno fa dall’Autorità garante al presidente Conte e al ministro Salvini. Ben venga dunque la tempestiva nomina dei tutori da parte del Tribunale per i minorenni di Catania”. “Le decisioni sul presente e sul futuro di ciascun ragazzo – conclude Albano – devono essere ora assunte valutando caso per caso la sua storia personale, familiare e sociale. Lo richiede il rispetto del principio del superiore interesse del minore sancito dalla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo