Diocesi: Firenze, al via sabato 26 “Lo scrittore allo specchio. Le quattro stagioni letterarie”

“Lo scrittore allo specchio. Le quattro stagioni letterarie” è il titolo di una serie di quattro convegni promossi dall’arcidiocesi di Firenze, con la collaborazione della Fuci e dell’Uciim. “Quattro incontri culturali sui quattro periodi della vita (infanzia, giovinezza, maturità e vecchiaia) e declinati in quatto forme di espressione artistica (narrativa, poesia, teatro e saggistica) – spiega una nota -. Momenti per riflettere sui temi della contemplazione, della bellezza, ma anche sulle domande fondamentali dell’uomo e su importanti questioni sociali”.
Primo appuntamento sabato 26 gennaio, dalle 10.30 alle 17, alla Biblioteca delle Oblate a Firenze con tre romanzi e tre noti scrittori che in modo diverso, partendo dalla loro personale esperienza, hanno costruito un viaggio poetico all’interno delle domande radicali dell’uomo: Laura Bosio con il libro “Annunciazione”, Davide Rondoni con il suo “Gesù, un racconto sempre nuovo” e Giuseppe Lupo con “Gli anni del nostro incanto”.
A dialogare con gli autori autorevoli docenti universitari come Sergio Givone, Marino Biondi e Giovanni Cipriani.
Nel corso della giornata inoltre gli Orchestrali del Maggio musicale fiorentino eseguiranno alcuni brani delle “Quattro stagioni” di Vivaldi.
Ad aprire il convegno i saluti dell’arcivescovo di Firenze, card. Giuseppe Betori, dell’assessore alle Biblioteche e Confessioni religiose del Comune di Firenze, Massimo Fratini, e l’introduzione del coordinatore del progetto culturale, don Vincenzo Arnone.
La prolusione sarà invece affidata all’arcivescovo portoghese mons. José Tolentino Calaça de Mendonça, direttore della Biblioteca apostolica vaticana, di cui è nota l’opera teologica, poetica, saggistica prima presso l’Università Cattolica di Lisbona e adesso a Roma.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa