Nomina mons. Giulietti arcivescovo Lucca: card. Bassetti, “il Papa ha voluto esprimere la sua stima per questo giovane vescovo”

“Quando un figlio, un fratello, un amico parte si prova una grande emozione e una grande nostalgia. Parte per continuare a servire la Chiesa di una terra vicina, la Toscana e, al tempo stesso, non possiamo non provare la gioia di questo riconoscimento del Santo Padre nei confronti non solo di don Paolo, ma della comunità diocesana di Perugia, perché promuovendo lui è come se avesse promosso tutta la nostra Chiesa”. Lo ha detto l’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, il card. Gualtiero Bassetti, dopo aver dato la notizia della nomina dell’ausiliare mons. Paolo Giulietti ad arcivescovo di Lucca. “Sicuramente il Papa ha voluto esprimere non solo il suo affetto – ha proseguito il cardinale –, ma la sua stima a questo giovane vescovo. Con tutti gli incarichi di fiducia che io gli ho sempre assegnato, perché lo merita, è un uomo che sa assumersi le responsabilità”. Il card. Bassetti ha poi dato un altro annuncio: “Per i miei gravissimi impegni il Santo Padre mi ha assicurato che entro breve termine mi darà un nuovo vescovo ausiliare fino a quando continuo il mio ministero, ma ho bisogno di una spalla per guidare la nostra comunità diocesana – aggiunto l’arcivescovo -. La Chiesa non ci lascia senza un vescovo ausiliare e io spero di riconvocarvi presto per darvi un’altra buona notizia”. Mons. Giulietti, quindi, “non farà ingresso a Lucca prima di Pasqua”, ha concluso il porporato, comunicando che da oggi, come prevede il Diritto canonico, mons. Giulietti “non sarà più vicario generale e vescovo ausiliare, ma delegato ad omnia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia