Diocesi: Melfi, da domenica a Venosa tre mostre su pace e migrazioni spiegate anche ai bambini

Vengono inaugurate domenica 13 gennaio nel Museo diocesano di Venosa (Pz) tre esposizioni sui temi di pace, disarmo e migrazioni. L’iniziativa, in programma fino al 27 gennaio, fa parte del progetto “I Cammini – Tracce di religiosità” nelle diocesi della Basilicata, promosso in occasione di Matera Capitale europea della cultura, con il patrocinio del Pontifico Consiglio della cultura e dell’Ufficio per le comunicazioni sociali della Cei. Liberato Canadà è responsabile degli eventi “I Cammini” per la diocesi di Melfi. “Gennaio è un mese dedicato a ecumenismo, pace, memoria, nella Chiesa e non solo – spiega al Sir –. Vogliamo essere ‘cercatori di bellezza’ attraverso il dialogo, il disarmo, l’accoglienza e proporre queste vie a chi – credenti e non – arriva in Basilicata per motivi culturali. Le mostre, che provengono dal Museo africano di Verona, non fanno solo cultura in senso stretto, ma propongono stili di vita che speriamo permangano sul nostro territorio”. “Speranze di pace e disarmo” è un’esposizione che illustra i fenomeni che possono minacciare vita, pace e sicurezza globale: dal terrorismo ai conflitti alla criminalità organizzata, dalla fame ai problemi ambientali. La galleria fotografica “Corpi migranti” racconta le storie di chi ha dovuto lasciare la propria terra per raggiungere l’Italia. “Pace e guerra spiegate ai bambini”, infine, è una mostra che illustra la Carta di Science for Peace, documento internazionale che promuove una cultura di pace tra i più piccoli.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa