Università Santa Croce: a marzo convegno di studi “Natura umana, anima e corpo. Convergenza di prospettive”

Si svolgerà dal 18 al 19 marzo, a Roma, il XXIV convegno internazionale di studi “Natura umana, anima e corpo. Convergenza di prospettive” organizzato dalla Facoltà di Filosofia della Pontificia Università della Santa Croce (Roma) e dal Jacques Maritain Center della University of Notre Dame (Indiana). “La grande quantità di informazioni scientifiche e tecnologiche relative all’essere umano – spiega una nota – porta con sé un approccio frammentario alla realtà, che conduce all’oggettivazione e strumentalizzazione della persona. Alcuni pensatori hanno proposto invece una comprensione unitaria della realtà, che permetta di tornare ‘alle cose stesse’, specialmente nel campo antropologico”. Dalla prospettiva della natura umana “come unità sostanziale di anima e corpo”, “le diverse sfaccettature dell’essere umano (aspetti corporei, conoscenza, affetti, decisioni o relazioni) rimandano ad un medesimo essere dinamico, spirituale e corporeo in ogni momento e nella sua dimensione temporale”. “Riproporre tale visione realistica – spiegano i promotori del convegno – richiede una profonda comprensione delle caratteristiche della mente umana collegata con i risultati della ricerca scientifica, attraverso un approccio interdisciplinare alla natura umana”.
Il convegno, ospitato nella sede di piazza di Sant’Apollinare 49, vedrà la partecipazione di docenti universitari di atenei italiani, statunitensi, spagnoli, tedeschi e inglesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo