Guatemala: la Cidh condanna le azioni del Governo contro la Commissione Cicig. Oggi organizzazioni sociali in piazza

La Commissione interamericana per i diritti umani (Cidh) ha espresso ieri attraverso un comunicato la propria preoccupazione per la volontà del governo guatemalteco di Jimmy Morales di espellere dal Paese la Cicig, la Commissione interazionale contro l’impunità in Guatemala. Una scelta, al momento bloccata dalla Corte costituzionale, che secondo la Cidh compromette la capacità del Guatemala di rispettare gli impegni internazionali.
“Negli ultimi anni – si legge nella nota – il Governo del Guatemala, a partire dalle maggiori autorità, ha realizzato diverse azioni dirette a minare le capacità della Commissione nella sua lotta contro la corruzione e l’impunità”.
Il comunicato della Cidh parla di “costanti azioni del Governo che cercano di compromettere il funzionamento della Cicig” e spiega che esse “attentano contro l’essenza di uno Stato di diritto”.
Oggi per le 9 del mattino (alle 16 ora italiana) le organizzazioni sociali e dei diritti umani hanno convocato una manifestazione nel centro di Città del Guatemala.
Ieri era intervenuta anche la Conferenza episcopale del Guatemala, con una nota nella quale condannava il conflitto istituzionale aperto da Morales, che rischia di “mettere in pericolo il già fragile Stato di diritto”, e difeso l’operato della Corte costituzione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo