Diocesi: Cosenza-Bisignano, al via la peregrinatio dell’icona della Madonna del Pilerio. L’arcivescovo Nolè, “affidiamoci a lei, non ci lascerà soli”

“Affidiamo con fiducia alla Madonna del Pilerio la nostra diocesi, i nostri bisogni, le vocazioni sacerdotali e religiose, i sacerdoti e i consacrati, le famiglie e soprattutto i giovani e gli ammalati, i carcerati, le tante situazioni di dolore che segnano la nostra terra, dalla disoccupazione alle ingiustizie; affidiamole le istituzioni civili e quanti sono chiamati a governare le città, quanti devono custodire la nostra sicurezza dalla criminalità e dalle cattiverie dell’uomo, quanti si impegnano nel volontariato e nel servizio di carità ai fratelli poveri, affamati, senzatetto, migranti”. A scriverlo ai fedeli dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisignano è l’arcivescovo Francesco Nolè dando il via alla peregrinatio triennale della copia dell’icona della Madonna del Pilerio, patrona dell’arcidiocesi, che inizierà domani. “L’iniziativa pastorale – si legge in una nota – è strettamente collegata al trentesimo anniversario di patronato sulla Chiesa cosentino-bisignanese appena celebrato e si configura come percorso di avvicinamento all’VIII centenario della cattedrale di Cosenza consacrata nel 1222”. “Affidiamo a lei, Madre di misericordia – prosegue il presule -, anche coloro che operano il male e fanno soffrire il prossimo, sporcando la loro vita nel passare dall’odio alla vendetta, dalla corruzione al delitto, dall’usura alla malavita organizzata, che tante persone e tante famiglie portano alla disperazione”. Riferendosi poi alla sorta di “bubbone” presente sul volto della Madonna del Pilerio, che la tradizione lega ad un fenomeno di peste del 1576, mons. Nolè afferma che “guardando quel segno non abbiamo più paura, anzi siamo certi che non ci lascerà soli nel momento del bisogno, mostrerà ancora su di noi la sua accoglienza e la sua forte vicinanza”. La peregrinatio partirà dalla forania delle Serre e dal santuario caro ai cosentini, quello della Madonna della Catena.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo