Televisione: “Ulisse” parte dalla Sistina. Mons. Viganò, “due Stati impegnati sul fronte della cultura”

Domani in prima serata su Rai Uno ci sarà “Ulisse. Il piacere della scoperta” con Alberto Angela. Nella conferenza stampa, per la prima volta nella Curia Iulia nel Foro Romano, nel Parco archeologico del Colosseo, Alberto Angela ha svelato i contenuti della prima puntata di “Ulisse” (in totale 4 prime serate). A inaugurare il ciclo sarà uno speciale sul Rinascimento a partire dalla Cappella Sistina che, come ha indicato il conduttore, “può essere definito come un grande vascello che ha attraversato un’intera epoca”. Presente all’evento al Foro Romano anche mons. Dario E. Viganò, assessore al Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, che ha sottolineato il ruolo strategico della collaborazione tra il Dicastero vaticano e la Rai: “Una collaborazione che nasce tra due televisioni, tra due Stati, a partire dalla narrazione della cultura”. Mons. Viganò ha aggiunto: “Rai, Vatican Media insieme al partner produttivo Officina della Comunicazione hanno ottenuto un primo grande riscontro con ‘Stanotte a San Pietro’, raggiungendo 6milioni di spettatori e il 26% di share. Ora con ‘Ulisse’ torniamo in prima serata su Rai Uno per parlare nuovamente di Rinascimento, grazie sempre al ruolo di divulgatore di Alberto Angela, con cui collaboriamo da ormai da diversi anni”. “Una Sistina mai vista”, ha sottolineato il conduttore, “con riprese in 4k, tecniche visive inedite tese a mostrare il genio di Michelangelo ma anche quello di Raffaello o Botticelli. Ci saranno delle ricostruzioni grafiche accurate, con la presenza di testimonianze speciali come Gigi Proietti e Enrico Lo Verso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori