Laici: Truffelli (Azione Cattolica), “chiamati a evangelizzare attraverso dimensioni vita concreta”. Serve “formazione permanente”

“I laici sono chiamati a evangelizzare” in quanto credenti che “vivono nel mondo”: “discepoli-missionari” che “sperimentano e testimoniano la loro fede dentro e attraverso le diverse e concrete dimensioni dell’esistenza umana, nei suoi contorni familiari, sociali, politici, lavorativi, culturali”. Parte da questa premessa Matteo Truffelli, presidente nazionale dell’Azione cattolica italiana e membro del Segretariato del Forum internazionale Ac, intervenendo questa mattina alla tavola rotonda “come responsabilizzare i fedeli laici nell’evangelizzazione oggi”, ultimo giorno dell’incontro internazionale “Promozione e formazione dei fedeli laici. Buone pratiche”. Tra gli ambiti di testimonianza e impegno il servizio della carità. “In ogni Paese, l’Azione cattolica collabora ordinariamente con la Caritas, a tutti i livelli: promuovendo con essa specifiche iniziative, aderendo a campagne che essa realizza, incoraggiando e formando i propri aderenti a impegnarsi nel volontariato”. Quindi la politica con la P maiuscola: l’Ac offre “un contributo significativo alla responsabilizzazione e valorizzazione dei laici” attraverso la cura di percorsi mirati a formare credenti consapevoli delle proprie responsabilità di cittadini, poi attraverso l’accompagnamento di quanti decidono di dedicarsi in maniera diretta all’azione politica, infine attraverso un’azione direttamente politica, “con cui l’associazione, pur restando nei confini di un impegno che non può essere di partito, riesce comunque a incidere sulla realtà”. Ulteriore ambito quello dell’impegno educativo e culturale. L’impegno evangelizzatore, chiosa Truffelli, “passa attraverso un’unione profonda tra fede e vita” ma laici capaci di vivere queste corresponsabilità non “spuntano dal nulla”: vanno “formati, fatti crescere e sostenuti”. Per questo l’associazione ha scelto la via della formazione permanente che accompagna “ogni stagione della vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori