Censimento permanente: Cacioli (Istat), “Italia ha bisogno di campioni”. Parte la campagna informativa

Una campagna di comunicazione “generalista, tematica, calibrata per diversi pubblici, digitale e integrata” accompagnerà l’avvio del nuovo censimento permanente della popolazione. Lo ha annunciato Patrizia Cacioli, direttore della Comunicazione Istat, sottolineando la necessità di “raggiungere i rispondenti, spiegare che non tutti saranno coinvolti nello stesso tempo come avveniva in passato, comunicare come è cambiato il modo di produrre informazioni statistiche”. “La campagna ha valenza informativa e valoriale, sottolinea l’importanza della partecipazione, non solo come obbligo di legge, ma anche e soprattutto come contributo alla costruzione del futuro del Paese. La rappresentatività è il perno strategico: le persone intervistate sono dei campioni ma le loro risposte permettono di raccontare le caratteristiche e le evoluzioni appunto dell’Italia, giorno dopo giorno che è poi il ‘pay off’ della Campagna”, ha spiegato Cacioli ricordando che lo slogan è: “L’Italia ha bisogno di campioni”.
La Campagna agirà su diversi fronti: “Dal primo ottobre sulla carta stampata e con gli spot istituzionali sulle reti Rai, poi con la presenza in tv in rubriche fisse all’interno di alcune trasmissioni come ‘UnoMattina’, ‘L’eredità’ e perfino in alcune puntate di ‘Un posto al sole’ oltre che in altre reti e piattaforme. Non mancheranno i contest, tra cui quello per giovani film-maker”, ha aggiunto il direttore della Comunicazione Istat. Tra le forze in campo anche dei veri e propri influencer, i The Jackal, star del web, che aiuteranno con i loro video a far capire le modalità del nuovo censimento e l’importanza della raccolta dei dati. Infine il sito www.censimentigiornodopogiorno.it con curiosità, contributi, video.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori