Azione Cattolica: Genova, presidenza nazionale visiterà la parrocchia del ponte Morandi. “Necessario ricostruire, presto e bene, vite, infrastrutture e valori”

I membri della presidenza nazionale di Azione Cattolica visiteranno la parrocchia di San Bartolomeo della Certosa, il cui territorio è stato colpito dal crollo del ponte Morandi il 14 agosto scorso, nel corso dell’incontro, in programma domani e domenica, con l’Ac della Liguria sul tema “Orizzonti e coraggio. Per un’Ac di navigatori”. “Portiamo a Genova l’invito di tutta l’associazione al Parlamento e al Governo affinché si faccia presto e bene ciò che occorre a ripristinare ciò che il 14 agosto scorso è crollato insieme al Ponte Morandi: le certezze di un tessuto produttivo necessario all’intero Paese, la mobilità su un’arteria strategica per l’Europa intera, la sicurezza che le infrastrutture italiane siano a prova di crollo, per oggi e per il futuro”, si legge in una nota diffusa dalla presidenza nazionale. L’obiettivo è farsi fisicamente vicini “alle tante famiglie genovesi che ancora oggi attendono una risposta sul loro futuro, sul futuro delle proprie case, sul futuro del ponte, sul futuro della città, dopo le 43 vite perse, dopo che intere famiglie sono state cancellate e altre sono state spezzate, dopo lo sradicamento dalla quotidianità di centinaia di persone” proseguono. In senso più ampio, l’Ac nazionale si mette a disposizione per “tessere, tenere insieme quanto può concorrere alla costruzione (o alla ricostruzione) di valori troppo spesso proclamati ma altrettanto troppo spesso privi di una solida ‘manutenzione’. Ecco perché – conclude la nota – l’operare di ciascuno per il bene è non solo necessario ma indispensabile. Per il futuro di Genova, per il futuro del Paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori