Paraguay: mons. Valenzuela (Asunción) celebra messa nel carcere di Tacumbú. Cresimati una ventina di detenuti

In occasione della festività della Vergine della Merced, cioè della Misericordia, patrona dei detenuti, l’arcivescovo di Asunción (Paraguay), mons. Edmundo Valenzuela, ha celebrato l’eucaristia nella cappella, intitolata proprio alla Vergine della Merced, che si trova nel carcere nazionale di Tacumbú. Durante la messa, mons. Valenzuela ha amministrato il sacramento della Confermazione ad una ventina di detenuti, preparati in questi mesi attraverso la Pastorale carceraria dell’arcidiocesi.

L’arcivescovo ha chiesto al ministro della Giustizia Julio Javier Ríos, che era presente, di proseguire con i progetti già avviati per arrivare a una qualità di vita dentro le carceri più degna e umana. Ha invitato i presenti a chiedere due cose alla Vergine: “In primo luogo, che ciascuno dei detenuti trovino persone che si avvicinino loro e gli aiutino a vivere la libertà interiore. Non c’è cosa maggiore che dire a Dio: io posso scegliere il bene, ho commesso il male, mi sono reso colpevole di un crimine, però mi pento e liberamente voglio riparare il mio passato facendo il bene, aiutando i miei fratelli”. In secondo luogo, mons. Valenzuela ha chiesto di pregare per i processi, in particolare perché siano più veloci. L’arcivescovo si è poi intrattenuto con alcuni detenuti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa