Diocesi: Como, nella notte striscione di Forza Nuova contro don Giusto Della Valle. Il parroco: “Sereno continuo a lavorare, fedele a papa Francesco”

“Sono sereno, continuiamo a lavorare fedeli ai verbi suggeriti da Papa Francesco: accogliere, proteggere, promuovere e integrare”. Contattato da Il Settimanale della diocesi di Como don Giusto Della Valle, parroco di Rebbio, popoloso quartiere alla periferia di Como, non vuole aggiungere altro. Questa notte il suo oratorio, che da anni è aperto all’accoglienza, non solo di migranti ma anche di italiani senza fissa dimora, è stato oggetto di un gesto dimostrativo rivendicato da Forza Nuova: uno striscione con la scritta “Don (in)Giusto si occupi di Chiesa e non di politica”. Il riferimento è ad alcune dichiarazioni del sacerdote che, nel corso di un’assemblea pubblica la scorsa settimana, aveva criticato la decisione del ministero dell’Interno, di chiudere il Centro per migranti in transito attivo a Como dal settembre 2016. Nella rivendicazione pubblicata su Facebook da Forza Nuova si accusa il sacerdote di “interessi nel business dell’immigrazione, mascherati da buonismo e carità cristiana”. E ancora di “disattenzione nei confronti degli italiani e degli anziani con pensione da fame”. “Non vale la pena dare ulteriore visibilità a gesti di questo tipo”, ha chiosato il sacerdote che, oltre ad essere parroco di Rebbio, è referente diocesano Migrantes e in questi anni è stato uno dei principali attori dell’accoglienza nella città di Como.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa